Un impianto fondato sul concetto di economia circolare

L’impianto opera secondo i principi reali dell’economia circolare:

  • Certezza e minor costi di smaltimento per i produttori di SOA, con evidenti ricadute positive sulla filiera agro-zootecnica regionale;
  • risparmio di combustibili convenzionali e utilizzo di energie alternative prodotte da fonte rinnovabili per lo sviluppo e il funzionamento di tutto il processo;
  • vantaggi socio‐economici connessi con la nuova attività;
  • occupazione diretta di maestranze locali, opportunamente formate sia in fase di costruzione che in esercizio;
  • Creazione di un polo scientifico di ricerca e sviluppo in collaborazione con le Università di Sassari ed Ancona in ambito ambientale e agro-zootecnico;
  • Progetto Accademy formativa con Ass. Lavoro RAS per le professionalità legate a tutta la filiera di riferimento.

Una serra trasparente con un'anima green

L’impianto ha una potenzialità operativa di circa 30.000 t/a di materiale trattato in ingresso.

La struttura è dotata di tutti gli accorgimenti per poter avere la massima mitigazione dell’impatto ambientale: strutture industriali leggere e prefabbricate, elementi di composizione impiantistica a minimo impatto, sistemazione a verde di tutto il lotto con piante autoctone, utilizzo dell’acqua come elemento di congiunzione tra il paesaggio esterno e l’impianto.

Particolare attenzione è stata posta nella progettazione architettonica dell’impianto affidata alla MYGG Architecture di Milano.