A tre laureati all’Uniss le borse di studio Versoa. Il progetto unisce Sassari e Arcidano

La Biogas Sardegna Green è impegnata a costruire nel Terralbese un impianto di trattamento degli scarti di origine animale.

Roberta Farci di Nuoro, Daniele Marceddu di Castelsardo, Maria Francesca Caratzu di Sassari sono i laureati vincitori delle tre borse di studio Versoa consegnate oggi nell’aula Magna dell’Università di Sassari. Il progetto Versoa unisce l’Università di Sassari, con il suo Dipartimento di Agraria, alla Biogas Sardegna Green, impegnata a costruire a San Nicolò d’Arcidano un impianto di trattamento degli scarti di origine animale destinato alla produzione di compost e vapore.

Articolo completo

Biogas recuperato dagli scarti animali: arrivano borse di studio per tre studenti

Vanno a Roberta Farci, Daniele Marceddu e Maria Francesca Caratzu le borse di studio Versoa, progetto del dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari con Biogas Sardegna Green, società che sta realizzando a San Nicolò d’Arcidano un impianto di trattamento degli scarti di origine animale per la produzione di compost e vapore.

Articolo completo

Borse di Studio BS Green - VERSOA: Vincitori

Chiusura delle procedure comparative per la selezione di tre studiosi da destinare alla attività del progetto VERSOA.

Di seguito l’elenco dei vincitori.

  • 1. Borsa di studio post-lauream della durata di mesi 6 (sei) e un importo di € 8.000,00 (euro ottomila/00), per lo svolgimento della seguente attività di ricerca: “Valorizzazione di digestato ed effluenti in un’ottica di agricoltura e zootecnia circolare: studio agronomico” (resp. Dr. Paola Deligios), nell’ambito e sui fondi del contratto con BSGREEN per il progetto VERSOA, sull’impiego dei fertilizzanti e dell’energia (termica ed elettrica) derivati dal trattamento degli Scarti di Origine Animale.

    Al termine dei lavori, la Commissione designa la Dott.ssa Roberta Farci, nata a Nuoro il 11/01/1979 quale vincitore del concorso.

  • 2. Borsa di studio post-lauream della durata di mesi 6 (sei) e un importo di € 8.000,00 (euro ottomila/00), per lo svolgimento della seguente attività di ricerca: “Valutazione della qualità di distribuzione di fertilizzante derivato da SOA” (resp. Prof. Filippo Gambella), nell’ambito e sui fondi del contratto con BSGREEN per il progetto VERSOA, sull’impiego dei fertilizzanti e dell’energia (termica ed elettrica) derivati dal trattamento degli Scarti di Origine Animale (SOA).

    Al termine dei lavori, la Commissione designa il Dott. Cividino Sirio Rossano Secondo nato a Milano (prov. di MI) il 29-12-1977 quale vincitore del concorso.

  • 3. Borsa di studio post-lauream della durata di mesi 6 (sei) e un importo di € 8.000,00 (euro ottomila/00), per lo svolgimento della seguente attività di ricerca: “Caratterizzazione dei sottoprodotti dell’industria agroalimentare Sarda” (resp. Dr. Fabio Correddu), nell’ambito e sui fondi del contratto con BSGREEN per il progetto VERSOA, sull’impiego dei fertilizzanti e dell’energia (termica ed elettrica) derivati dal trattamento degli Scarti di Origine Animale (SOA).

    Al termine dei lavori, la Commissione designa il Dott.ssa Caratzu Maria Francesca, nata a SASSARI il 20/08/1994 quale vincitrice del concorso.

Progetto VERSOA

Foresight Group e Regione per un nuovo impianto di biogas in Sardegna

L’opera verrà realizzata in provincia di Oristano e impiegherà gli scarti della macellazione

Il gestore di fondi Foresight Group ha annunciato la sottoscrizione di una serie di project bond, del valore complessivo di 12,85 milioni di euro, per la realizzazione nell’Isola di un impianto di biogas della capacità di circa 30.000 tonnellate all’anno.

Alla sottoscrizione, per una quota pari a 5,35 milioni, ha partecipato anche la Sfirs (Società Finanziaria Regione Sardegna), realtà che, sulla base dell'indirizzo della Regione, si occupad dello sviluppo economico e sociale del territorio, mediante un veicolo di cartolarizzazione, con l'attività di garanzia di Confidi Sardegna, organismo che opera come tramite tra le aziende e il sistema creditizio.

L’opera verrà realizzata in provincia di Oristano e impiegherà gli scarti della macellazione

© Unione Sarda

Articolo completo

Milano Finanza

Biogas Sardegna green: bs green tf 6% gn26 sub amort eur A

Dal giorno 20/07/2021 gli strumenti finanziari saranno negoziati nel mercato non regolamentato ExtraMOT - Segmento ExtraMOT PRO3.

Codice Isin: IT0005452617

Emittente: BIOGAS SARDEGNA GREEN

Articolo completo

Borsa Italiana

Dal 20 luglio 2021 in negoziazione i nuovi titoli di BIOGAS SARDEGNA GREEN

Articolo completo

La Nuova Sardegna

Tutto è pronto per l’avvio del cantiere da cui sorgerà dell’impianto di trattamento degli scarti animali voluto da BS Green. «La società ha perfezionato l’acquisto dei lotti e i lavori cominceranno nelle prossime settimane» annuncia il sindaco Davide Fanari. «È stata anche firmata la convenzione fra l’azienda e l’Università di Sassari – prosegue – e questa ovviamente per noi è una garanzia in più».

La realizzazione dell’impianto è stata avversata nei mesi scorsi dal comitato civico Non è aria, ma il primo cittadino rassicura: «Siamo i primi a volere il benessere dei residenti e la tutela del territorio. Vigileremo che quanto annunciato nel progetto sia rispettato. Ovviamente siamo soddisfatti che un’importante azienda abbia voluto investire nel nostro Comune e che l’università di Sassari abbia deciso di collaborare. Questo progetto potrebbe avviare un percorso produttivo molto vantaggioso nella nostra zona artigianale e coinvolgere gli imprenditori del territorio».

Articolo completo

Link Oristano

BS Green srl, acronimo di Biogas Sardegna Green srl, un nome che in questi mesi nel nostro territorio è stato al centro di dibattiti e discussioni, di notizie e di smentite.

Dopo l’espressione degli Enti competenti per territorio che hanno espresso il loro nulla osta e concesso l’autorizzazione all’esecuzione di quest’opera (Regione, Provincia, Arpas, ASL, VVF, ecc.), chiamati ad esprimersi sul progetto e sulle diverse tematiche ad esso correlate, possiamo comunicare che lo steso progetto, quello presentato dalla BS Green, unico in Sardegna sarà realizzato nel pip di San Nicolò d’Arcidano.

Si inserisce a pieno titolo tra i migliori progetti presentati in Sardegna negli ultimi anni, in un ottica di vera transizione ecologica, di un processo di innovazione tecnologica, che non tiene conto solo dei profitti economici, ma tiene conto soprattutto del rispetto dei criteri per una sostenibilità ambientale a 360 gradi.

Articolo completo